Occhi su Marte


Occhi su Marte, dove curiosità, fascino e scoperta si fondono per dar vita ad una serata unica, durante la quale la scienza si fa a portata di mano. Studenti, ricercatori e professori guidano il pubblico alla scoperta del mondo della fisica e dell'astronomia con conferenze, esperimenti, spettacoli, dimostrazioni scientifiche, tutte gratuite. Al Dipartimento di Matematica e Fisica tutti gli Occhi su Marte e sulla scienza. Partecipa anche tu!

 

Venerdí 15 febbraio 2019 dalle ore 18:00 alle 24:00


 

Prenotazioni

 

La prenotazione on line è disponibile solo per gli spettacoli del Planetario, mentre si potrà partecipare alle conferenze e ai laboratori fino ad esaurimento posti presentandosi all'arrivo in accoglienza. Le altre attività sono disponibili a ciclo continuo e garantiscono quindi la partecipazione di tutti.

 

La partecipazione è gratuita.

 

Le attività della serata si svolgeranno anche in caso di brutto tempo ad esclusione delle osservazioni al telescopio.

 

TELESCOPI, MOSTRE
E SPETTACOLI
VISITE AI LABORATORI ATTIVITÀ INTERATTIVE CONFERENZE
Osserva e scopri i corpi celesti insieme a noi Entra in prima persona nel mondo della ricerca Vieni a toccare
la scienza con mano
Scopri la fisica raccontata dai protagonisti
 

 

#MARTERM3 FACEBOOK LOCANDINA
   

 

CERCA GLI EVENTI PIÚ ADATTI AI BAMBINI!!!

 

 

TELESCOPI, MOSTRE E SPETTACOLI

 

OSSERVAZIONI AL TELESCOPIO
E. Bernieri, W. Perconti, S. Capretti
[AstroGarden] ore 18:00-24:00
Il giardino del Dipartimento verrà oscurato per l'occasione per consentire a ciascuno di osservare nelle migliori condizioni Marte e gli altri corpi celesti visibili con telescopi e ad occhio nudo.

 

IL CIELO DEL PLANETARIO - dai 6 anni
M. Ziggiotti, G. Piersimoni, S. Di Filippo, M. Di Blasi, G. Mantovani, E. Marini, A. Postiglione e Speak Science
[Stanza 81 - Primo piano] PRENOTAZIONE Turni: 18:30, 19:30, 20:30, 21:30, 22:30 (durata 20 minuti)
Lo spazio ti appassiona? Stelle e pianeti ti lasciano a bocca aperta? Il Planetario di AstroGarden è quello che fa per te: lasciati guidare in un viaggio emozionante.

 

SURF ON SURFACE: ESPLORIAMO LE SUPERFICI ALGEBRICHE
L. Teresi, B. Beco, G. Petrazzini e F. Fino
[Stanza 57] ore 18:00 - 24:00
Uno stand interattivo per esplorare le superficie algebriche, un ottimo esempio di matematica e geometria. Si potranno costruire colorare e visualizzare le superfici soluzione delle equazioni algebriche e scoprire le infinite possibilità geometriche . I partecipanti potranno analizzare le relazioni tra formule e forme, ovvero, tra matematica ed arte, in maniera interattiva.

 

CARTONI SPAZIALI
ESA - Space for Kids
[AULA B - Piano terra] ore 18:00 - 20:00
Esplora il Sistema Solare con Paxi, Rosetta e Philae.

 

 

ATTIVITÀ INTERATTIVE

 

SPAZIOTEMPO
A. Postiglione
[Aula F] ore 18:00 - 24:00
Tiene insieme le galassie, muove stelle e pianeti e domina l'intero Universo curvando spazio e tempo. La gravità è una delle forze più affascinanti in natura. Scopriamola insieme.

 

FRAMMENTI DI CIELO
P. Aloe
[Stanza 74] ore 18:00 - 24:00
Hai mai toccato un oggetto extra-terrestre? Sapresti riconoscerlo? Vieni a scoprire il mondo delle meteoriti! Grazie ai nostri esperti, impareremo a riconoscere le meteoriti, ne analizzeremo le forme e le proprietà, fino a toccarle con mano!

 

GIOCHI MATEMATICI
L. Biasco
[Aula G] turno ore 19:00 - 20:00
Proponiamo alcuni semplici giochi (per tutti, dai 5 ai 99 anni) doppiamente interessanti: sia perché per ogni gioco faremo un torneo tra i partecipanti con premiazione del vincitore, sia perché i giocatori sono invitati a scoprire la matematica che c'è sotto. Ci sarà da divertirsi!

 

PAC-MAN^HJ
S. Cacace
[Aula G] ore 20:00 - 24:00
Il leggendario videogioco Pakku-Man (Uomo-Disco) fu concepito da Tohru Iwatani durante una cena con gli amici, osservando attentamente una pizza cui mancava una fetta. Pubblicato sul mercato giapponese il 22 maggio 1980, fu successivamente acquistato da Midway Games e rivenduto con il nome Pac-Man. Il resto è storia! Lo scopo del gioco è condurre una creatura gialla (Pac-Man) all'interno di un labirinto e mangiare tutte le piccole pillole presenti. Il giocatore può interagire con Pac-Man modificando la sua direzione di marcia, fuggendo da quattro fantasmini colorati che, a loro volta, tentano di mangiarlo. Un grande aiuto per vincere il gioco è il fatto che i fantasmini hanno un comportamento prestabilito e non cooperativo. Inoltre, nel gioco sono presenti quattro pillole speciali che, una volta inghiottite, rendono Pac-Man temporaneamente invulnerabile. Da un punto di vista matematico, Pac-Man pone svariati e interessanti problemi di Analisi Matematica, Analisi Numerica e Calcolo Scientifico. La sfida è aperta...

 

L'AGENZIA SPAZIALE DI ROMA TRE FOR KIDS, CHE VUOL DIRE PER BAMBINI
F. Paolucci e A. Paolucci
[Aula C] laboratorio per bambini (5-8 anni) dalle 18:30 alle 20:00
Che cos'è un'Agenzia Spaziale?? Un luogo grandissimo e fantastico in cui nascono idee spaziali...E allora, noi oggi ne apriamo una tutta nostra: "L'agenzia Spaziale di Roma Tre for kids, che vuol dire per bambini" e insieme scopriamo le meraviglie di Marte. Dopo l'esplorazione realizzeremo insieme una terribile tempesta marziana!!!

 

PIANETI IN UNA STANZA
Speak Science e INAF-IAPS
[Stanza 50] dalle 18:00 alle 24:00, spettacoli della durata di 20 min
Vi siete mai chiesti come sarebbe visitare i deserti marziani, contemplare le evoluzioni dell'atmosfera di Giove o assistere da vicino a una eruzione solare? Pianeti in una stanza è un innovativo monitor sferico fai da te realizzato dall'Associaizone Speak Science che permette di toccare con mano i pianeti e visualizzare in modo innovativo gli ultimi dati delle sonde spaziali attualmente in volo. Con Pianeti in una stanza, potrai vedere sorgere davanti ai tuoi occhi stelle, pianeti e altri corpi celesti e verrai guidato da astrofisici e ricercatori in una serie di astro-spettacoli su varie tematiche scientifiche, come la formazione del Sistema Solare, lo studio del pianeta rosso, Giove e le sue lune o il pianeta Mercurio e la missione Bepi Colombo.

 

 

VISITE AI LABORATORI

 

UN PICCOLO COMPUTER QUANTISTICO FATTO CON LA LUCE
M.Barbieri - Dipartimento di Scienze
[Stanza 29] ore 18:30-22:00 Turni: 18:30 - 19:30 - 21:00 - 22:00
in questa visita scopriremo come si possono usare le 'particelle di luce' (i fotoni) per costruire un semplice dispositivo per il calcolo quantistico. Parleremo brevemente di come queste nuove tecnologie possono aprire nuovi orizzonti per la ricerca.

 

VISITA VIRTUALE ALL'ESPERIMETO BELLE II
A. Budano, A. Martini e G. De Pietro - INFN Sezione di Roma Tre
[Stanza 152 - Piano terra] ore 18:00-22:00 - turni ogni 30 minuti
Una visita (virtuale) a Tsukuba, in Giappone, dove si trova l'acceleratore di particelle che detiene il record di luminosità mondiale: SuperKEKB. Potremo entrare all'interno dell'acceleratore fino a raggiungere il suo cuore: il punto in cui le particelle accelerate, gli elettroni e i positroni, si scontrano generando così nuove particelle sotto gli "occhi" attenti del rivelatore dell'esperimento Belle II.

 

 

CONFERENZE

 

AULA B [Piano terra]

  • → ore 20:30 "Acqua liquida su Marte, una scoperta italiana"
    Elena Pettinelli
    Marte oggi è un pianeta arido e freddo ma non è sempre stato così. In passato questo piccolo pianeta roccioso era molto più simile alla Terra e l'acqua scorreva abbondante sulla sua superficie. Dove sia finita tutta quest'acqua è un mistero che planetologi e geofisici cercano di risolvere da molti anni. Parte di quell'acqua è congelata nelle calotte polari e nei pori del terreno ma parte deve essersi accumulata nel sottosuolo ed essere rimasta allo stato liquido. In questo seminario vi raccontiamo come un team di ricercatori italiani ha recentemente scoperto una piccola riserva di quell'acqua sotterranea ad 1.5 km di profondità sotto la fredda calotta polare sud di Marte, utilizzando un radar in grado di guardare all'interno dei ghiacci ed... una buona dose di testardaggine.

     

  • → ore 21:30 "Meccanica quantistica: le meraviglie del possibile"
    Vittorio Lubicz
    La meccanica quantistica ha compiuto 90 anni e rappresenta la teoria di maggior successo di tutta la fisica. Eppure, una sua completa interpretazione ancora oggi ci sfugge. La conferenza sarà un breve viaggio nella meccanica quantistica e nei suoi misteri, quelli che abbiamo capito e anche quelli che ancora non abbiamo capito.
  •  

  • "La ricerca della vita: il punto di vista di un astrofisico"
    Riccardo Claudi
    "...se mai cerchiamo, le probabilità di successo saranno nulle". Questo dicevano Cocconi e Morrison bel 1959 a proposito della ricerca della vita. Da allora sono stati fatti molti progressi nella tecnologia per la costruzione dei telescopi e della strumentazione astronomica, ottenendo corrispondentemente molti risultati interessanti ed intriganti. Fino ad oggi si conoscono circa 4000 nuovi mondi che mostrano una complessa diversità in dimensione e caratteristiche orbitali. Fra questi, un particolare tipo di pianeti, le super terre, sembrano essere ubique all'interno della nostra Galassia. Le super terre orbitanti stelle piccole e fredde (stelle M) sono molto di moda. Una così strana coppia, può ospitare la vita? e se può, come si fa a trovarla?
  •  

AULA C [Piano terra]

  • "Percorsi minimi e raggi di luce"
    Roberto Ferretti
    Dal principio di Fermat, passando per la rifrazione e i miraggi, fino alle lenti gravitazionali: una chiacchierata sulle leggi che regolano la propagazione della luce e sui mezzi matematici per studiarla e simularla.
  •  

  • → ore 21:30 "Pianeti in una stanza: un progetto didattico e divulgativo innovativo
    Livia Giacomini e Francesco Aloisi, Speak Science e INAF-IAPS
    Pianeti in una stanza è un kit fai da te con cui costruire un piccolo proiettore sferico a basso costo, per visualizzare facilmente i pianeti. Utilizzando il sistema sotto una cupola, Pianeti in una stanza può anche diventare il proiettore di un piccolo planetario per mostrare il cielo e le stelle sopra la tua testa. Pianeti in una stanza è anche una comunità di appassionati di spazio e scienza che si riuniscono su www.planetsinaroom.net per costruire e usare il sistema per coinvolgere il pubblico e le nuove generazioni. Da Settembre 2018, Pianeti in una stanza è distribuito a insegnanti, che lo usano in classe per mostrare cosa succede sulla Terra e sugli altri pianeti, alla comunità dei ricercatori, per visionare facilmente i dati delle misisoni spaziali, e ad appassionati di divulgazione scientifica come strumento coinvolgente e innovativo. In questo breve seminario a più voci, verrà presentato questo progetto innovativo realizzato dall'associazione Speak Science con la collaborazione di INAF e Università di Roma Tre.
  •